Fernandez Affricano

a Livorno dal 1896

L'Impresa

Questa non è solo la lunga storia di una famiglia di eccellenti imprenditori. Questa è, in parte, anche la storia di Livorno: della Livorno cosmopolita di fine Cinquecento, industriosa con i propri mercanti e orgogliosa dei propri traffici commerciali. Nello sviluppo e nella crescita - non solo economica, ma anche culturale – della città labronica un ruolo importante lo ha rivestito – e continua a rivestirlo - proprio l’impresa ultracentenaria Enrico Fernandez Affricano, facente parte di quella comunità di ebrei levantini ponentini che beneficarono della politica tollerante inaugurata da Ferdinando I de’ Medici con la promulgazione de la Livorninadel 1593.
E' tuttavia ad inizio Settecento che affondano le prime notizie sulla presenza dei Fernandez Affricano a Livorno.Con ogni probabilità proveniente dalla penisola iberica (Portogallo), la famiglia Fernandes Africano - in seguito sarà aggiunta una seconda f e nel 1973 la s finale si muterà in z – inizia a comparire nel Registro dei Nati con i quattro figli generati dall’unione (avvenuta nel 1704) tra Daniel Fernandes Affricano e Rachel Rodriguez.
Nel dna dei Fernandez Affricano c’è una propensione quasi innata per gli affari. Daniel è abile commerciante di cuoio a Livorno (ed allargherà i suoi traffici fino a Venezia, Smirne e Alessandria d’Egitto), il nipote Gherson (che in italiano si traduce Pellegrino) viene censito come mezzano, ovvero come mediatore e sensale. E’ però nel 1863, con Leone Enrico, che prende avvio quell'attività commerciale di spessore e fama mondiali che continua ancora nella Livorno dei nostri giorni.
Dotato di grandi qualità imprenditoriali e di forte personalità, Leone Enrico fonda nel 1896 una ditta individuale di Commissioni, Rappresentanze e Depositi, avendo maturato son da giovanissimo una preziosa esperienza nel ramo assicurativo e bancario. L’attività di rappresentanza di Leone Enrico si articola in diversi settori – saponerie, talco, grafite e tinte, preparati per candele, cere e paraffine, oli di oliva e prodotti chimici - mentre parallelamente ad affiancare la ditta c’è un'agenzia assicurativa che annovera tra i propri clienti la celebre Levant di Genova e la Lloyd del Reno e della Vestfalia. Si tratta di un successo di portata internazionale, quello conquistato dall’impresa di Leone Enrico, un cui spazio pubblicitario compare anche sulla Guida turistico commerciale della città di Tripoli dei primi del ' ‘900.
Con i figli di Leone Enrico – Paolo e Fabrizio – la crescita dell’azienda familiare non si fa attendere. E’ Paolo a guidare il settore oleario verso nuovi scenari commerciali: nel 1927 impianta insieme al Barone Ricasoli una raffineria in Turchia, nel 1935 fa il suo ingresso nella società Bertolli assumendo la responsabilità dello stabilimento di raffinazione olii di Livorno, la ROL. Ormai la vocazione settoriale dell’impresa sembra essere segnata.
Con l’arrivo della guerra, i Fernandez Affricano sono costretti a trasferirsi a Roma per sfuggire alle persecuzioni razziali, ma una volta cessato il conflitto riprende a Livorno, con nuove energie, l’attività nei settori oleario e assicurativo.
Il marchio è inoltre protagonista della rinascita non solo economica ma anche culturale di Livorno, con Paolo a presiedere per 20 anni il CEL (comitato Estate Livorense) e impegnato attivamente alla costruzione del “Fanale” di Livorno, simbolo della rinascita cittadina. Nel 1950 lo stesso Paolo crea la DOC Spa, deposito costiero realizzato in collaborazione con la famiglia Neri.
Viene inoltre realizzata una nuova società denominata Intramark che si pone in primo piano nell'importazione ed esportazione di olii vegetali, divenuto oramai il settore principale dei Fernandez Affricano.
Un settore che ancora oggi gode di ottima saluta e di stima a livello internazionale con il discendente Enrico, figlio di Paolo e nipote di Leone, alla guida di un’impresa solida quanto longeva che nel 1996 ha celebrato i suoi primi 100 anni di vita operosa sul mercato italiano e mondiale, nel segno della grande tradizione e del continuo spirito di ammodernamento. Oggigiorno l’azienda è guidata da Enrico (nominato nel 1995 Console di Francia e premiato nel 2004 dal Presidente Chirac come “Chevalier Du Merit”), che è assistito dalle figlie Letizia ed Elena. La società INTRAMARK gestisce il confezionamento di olii di oliva secondo criteri moderni e tecnologicamente all’avanguardia, mentre i marchi Aromolio e Le Piagge garantiscono all’ultracentenaria Fernandez Affricano la fiducia dei propri clienti sparsi per il Mondo. Una fiducia sinonimo di professionalità e di qualità. Generazione dopo generazione.

Immagini

 

 

Dove siamo

 

Facebook

Ricerca

Segnalazioni

UNIONE IMPRESE STORICHE ITALIANE - © 2017
Viale Spartaco Lavagnini 17
50129 Firenze
C.F. 05095880489